TOP
27 Feb

Oscar 2017, hanno vinto quelli che dovevano vincere

Ha vinto “La la land”, anzi no. Neppure il più geniale degli sceneggiatori poteva regalare un colpo di scena finale, quasi un “deus ex machina” greco, come quello che ha caratterizzato la notte degli Oscar di quest’anno. Lo sbaglio nell’annuncio della statuetta al miglior film, passata in pochi attimi dal sontuoso “La la land” all’essenziale “Moonlight”, ha umanizzato una cerimonia fin troppo prevedibile anche nelle “proteste”.  Hanno vinto tutti quelli che dovevano vincere. Casey Affleck miglior attore per il bellissimo “Manchester by the sea”, Emma Stone miglior attrice per “La la land”, Viola Davis straordinaria attrice non protagonista in “Barriere”, drammone teatrale diretto e interpretato da Denzel Washington, e Maershala Ali miglior attore non protagonista per “Moonlight”. Non è andata bene a “Fuocammare”, ma già la nomination fa curriculum ed esalta un certo tipo di cinema, che in Italia, ormai, è il solo a regalare soddisfazioni. L’Oscar per il trucco  a Bertolazzi e Gregorini è tutto italiano, grazie a quanto da loro creato per “Suicide squad”. Per chiudere, una nota su Ruth Negga l’attrice che per la prima volta ha recitato fuori Irlanda al teatro Petrarca di Arezzo, quindici anni fa. Lo splendido abito rosso indossato per il red carpet le donava molto e la mancata vittoria è in fondo un’affermazione dal momento che già la nomination nel curriculum di un attore è un riconoscimento vero e proprio.

Nessun Commento

Inserisci un tuo commento