TOP
5 Mar

Un giorno a Pechino. Il diario di Ivana. 2.

 

In Cina al cibo è data un’altissima considerazione, quasi tutte le conversazioni quotidiane si basano  sul cosa si è mangiato e sul cosa si mangerà. Per cui non c’è da stupirsi se dopo il classico “come stai” vi chiederanno cosa avete mangiato. Qualche giorno fa, mentre mi concedevo la mia solita passeggiata pomeridiana, finite le ore di lezione di mandarino, ho notato la presenza di un laboratorio di cucina in cui è possibile preparare piatti prevalentemente italiani e francesi e ho pensato che sarebbe stato divertente imparare a cucinare anche qualche pietanza cinese. Il giorno dopo l’ho proposto ad una mia professoressa che carinamente ha accettato l’idea e… detto fatto!!

Raccolte le adesioni di altri studenti e stabilita la location, non mancava che fare la spesa e preparare i mie adorati jiaozi o come noi siamo soliti chiamarli: ravioli cinesi.

Questa che sto per darvi è la ricetta personale della mia insegnante… speriamo che non ne sia gelosa!!

Dosi per 20 jiaozi :

Ingredienti per l’impasto:

  • Farina 00
  • Acqua 150 ml

Ingredienti per il ripieno:

  • Carne di maiale macinata 150 gr.
  • Cipollotto o cipolla d’inverno (è una cipolla allungata simile al porro)
  • Zenzero fresco 2 gr.
  • Sedano 1
  • Polvere piccante cinese, il nostro equivalente della polvere del peperone dolce
  • Salsa di soia, due cucchiai
  • Olio di sesamo, due cucchiai
  • Sale, 1 pizzico

Salse per intingere:

  • Aceto
  • Olio piccante

Disporre in una ciotola abbastanza capiente la farina a fontana e aggiungere a poco a poco l’acqua. Iniziate a lavorare l’impasto con le mani facendo molta pressione, finché sarà liscio e omogeneo. Avvolgetelo con la pellicola trasparente e lasciatelo riposare per un’ora/ un’ ora e 30 minuti in un luogo fresco e asciutto. Nel frattempo, tritate a pezzettini molto piccoli la cipolla d’inverno e il sedano e, dopo averli lavati, versateli in un recipiente. Grattugiatevi sopra lo zenzero. Aggiungete anche la carne macinata, la polvere di peperone dolce, la salsa di soia, l’olio di sesamo e il sale e amalgamate per bene.

Una volta pronta la pasta, prendetene una parte e stendetela su una spianatoia infarinata. Lavoratela fino ad allungarla un pò e poi con un coltello tagliatela in parti abbastanza grandi. Con ciascun pezzetto, sempre ben infarinato, fate una pallina e poi con il palmo della mano schiacciatela. Successivamente, con l’aiuto di un piccolo matterello spianate i dischi di pasta – mi raccomando, non troppo sottili – dopodiché prendete un cucchiaio di ripieno, ponetelo al centro del dischetto e chiudete il raviolo a mezzaluna, facendo pressione sui bordi. Fate giungere ad ebollizione una pentola con dell’acqua ed immergetevi i jiaozi. Tempo di cottura 10 minuti,  e sono pronti per essere gustati con o senza salse.

Devo ammetterlo, non amo tutto il cibo cinese ma alcune pietanze, come questi ravioli, sono veramente deliziose…provare per credere!!

 

Nessun Commento

Inserisci un tuo commento