TOP
1 Dic

NELLA GIORNATA MONDIALE CONTRO L’AIDS, IN ITALIA ARRIVA L’AUTOTEST

Oggi è giornata mondiale contro l’Aids: da oggi anche nelle farmacie italiane è disponibile il primo test per l’autodiagnosi dell’infezione da Hiv. Il dispositivo costa venti euro e può essere acquistato senza ricetta dai maggiorenni. A distribuirlo, al momento, 2800 farmacisti formati ad hoc per la consulenza agli utenti, mentre l’associazione di pazienti Bridge monitorerà i dati che potrebbero aiutare ad avere una fotografia più chiara delle richieste, in modo da promuovere una maggiore consapevolezza. Un obiettivo condiviso anche dall’Oms che raccomanda l’auto test come strumento per raggiungere più persone con Hiv e contribuire a realizzare l’obiettivo mondiale, lanciato nel 2014, di rendere consapevole del loro stato il 90% di tutte le persone con Hiv entro il 2020.
Il nuovo dispositivo non sostituirà i test, gratuiti e anonimi, offerti attualmente dal servizio sanitario. Ma dobrebbe essere utile per far emergere il sommerso delle diagnosi tardive da Hiv, con la conseguente diminuzione del rischio collettivo. In Italia, infatti, si stimano da 6.500 a 18.000 persone sieropositive non diagnosticate. Ma l’autotest potrà servire anche ad intercettare le persone che oggi non se la sentono di rivolgersi alle strutture in cui si fanno i test per l’Hiv. Distribuito in Italia da Mylan, richiede circa 5 minuti per l’esecuzione, ha un’attendibilità del 99,8% e può essere eseguito facilmente da chiunque a casa propria: basta un prelievo di sangue dal polpastrello e un’attesa di 15 minuti per leggere il risultato. Prima di fare il test è però fondamentale osservare il cosiddetto ‘intervallo finestra’, ossia quel lasso di tempo che intercorre tra il momento del presunto contagio e la produzione di anticorpi che segnalano la presenza del virus. Per poter eseguire il test capillare bisogna quindi aspettare 90 giorni.

Nessun Commento

Inserisci un tuo commento